Giuseppe Vazzana
 

Nato a Catania nel 1957, nella stessa città si è laureato in Filosofia con una tesi su Husserl e Heidegger.

Tra le sue opere maggiori due poemi modulari interattivi:
CANTO SICULO PER DUCEZIO
, sulla vicenda del condottiero siculo che promosse una rivolta indipendentista della sua etnia contro i colonizzatori greci nel V sec. a.C.,
PREGHIERA SICILIANA, una riflessione esistenzialista del ciclope Polifemo di fronte alla dichiarata volontà di Ulisse di non accecarlo per non privare l’umanità della possibilità dell’introspezione, che deriva dalla potenza intuitiva del suo unico Occhio Lunare.
È attualmente disponibile il volume IL BALLETTO DI ONIRIA TRA LE STELLE, scritto in versi e accompagnato dalla mirabile grafica di Angelo Pavone. L’opera narra del sogno della ballerina Oniria di attraversare danzando l’universo. 
Chi volesse comunicare con l’autore può farlo indirizzando una e-mail all’indirizzo di posta elettronica redazione@cataniaperte.it

L'autore avverte che tutto ciò che è pubblicato in questa pagina è a libero uso dei lettori (escluse case editrici e assimilate), che potranno usare i testi a discrezione, riconoscendogli pubblicamente la paternità letteraria degli stessi. Gradite email con programma degli eventi concernenti tali testi e documentazione, anche fotografica.


Tutti i testi che seguono sono salvati in formato Acrobat

 
 
Poesie

Il silenzio di Dio

Questo appello è stato scritto prima della guerra in Iraq, quando si ventilava l'ipotesi di utilizzo di armi nucleari. La traduzione in inglese è stata fatta dal poeta Norman Barrymore

Appello ai poeti e agli scrittori del mondo perché si esprimano ancora una volta contro tutte le guerre e l'uso di armi nucleari.


Poesie Unite contro la guerra
 

 

 

   
  Il 23 marzo 2003, a Sigonella, il poeta Giuseppe Vazzana ha espresso la propria solidarietà ai manifestanti contro la guerra con il saluto della poesia testimone della storia, da lui ideato.
   
 
   

 

   
   

Libri


Giuseppe Vazzana
Angelo Pavone


Il balletto di Oniria tra le stelle


Edizioni “Città delle Arti”
Dicembre 2002
Pagine 96
Formato cm. 15 x 21
Prezzo € 12,00

Il balletto di Oniria tra le stelle rappresenta un delicatissimo ramo derivato da Preghiera Siciliana. Il libro propone una lunga danza sullo sfondo di un sistema solare insolitamente animato, dove un ruolo essenziale è affidato alla mirabile iconografia di Angelo Pavone.

 

 

 

Lavori a carattere teatrale

 

 
MARTYS -   IL MARTIRIO DI S.AGATA

Elaborazione testuale di Giuseppe Vazzana e lettura recitante di Letizia Di Mauro,  che si è tenuto   giovedì 2 Febbraio 2006 presso il Centro Culturale Comunale Midulla

       

Presentazione e testi dell'evento  [»] Resoconto della serata  [»]

 

 

   

 

 
 


UNA PASSEGGERA SUL TUO TRENO

Protagonista della piéce è un'indeterminata donna di mafia. Il testo viene presentato in due versioni, monologica femminile e in forma di contrasto a due voci, maschile e femminile, con identico contenuto di significato ma differenziate per ragioni euristiche.  I lettori interessati a questo lavoro possono ottenere chiarimenti dall'autore via email. La prima versione è preceduta dalla presentazione dell'opera.

 
 

POLIMENA


Dramma sull'uso strumentale e politico delle credenze popolari ambientato nel Val Demone (Sicilia nord - orientale, Nebrodi) di fine XVII secolo. Sfida e omaggio dell'autore all'Arthur Miller de "Il crogiuolo")
[»]
 

 
 


   IL CACCIATORE E LA GAZZA

Su una leggenda di Acicastello. Doppio monologo barocco per attore e attrice su con morale conclusiva [»]
 

 
 

 
SKETCHS PER UN ANNO

Carnevale
     - L'impresario Magnus e Carnevalina Donna di Cuori
[»]
 

     

     
 
   
Testi brevi - Recitativi  
 
1) Federico II e l'Uomo Equoreo
Leggenda di Nicola Pesce detto "Colapesce"
   
2) Diario clinico
Omaggio all'Ospedale Cannizzaro di Catania
   
3) Come diventare enciclopedici facendo gli infermieri
 

 
 


 

 


 

 

Racconti




INTERVISTA

Una protagonista delle Olimpiadi di Monaco del 1972 rievoca la conquista della medaglia d'oro nel tuffo da 10 metri sullo sfondo del dramma vissuto nel corso di quella competizione sportiva

disegno di Francesca Maurigi

 

 


TELECRONACA

Il racconto rappresenta un gioco di fantasia di un ammiratore del calcio che segue questo sport da molto lontano e senza una particolare animosità, attratto più dai suoi aspetti artistici o drammatici che dalla sua fattispecie competitiva". Un racconto particolare che guarda alle emozioni vissute dai calciatori.

disegno di Francesca Maurigi

 

 


GARA DI PATTINAGGIO SU GHIACCIO OLIMPIADI INVERNALI DI TORINO 2006:
PERDERE, AD OGNI COSTO !

 

 

 

 

ACI E GALATEA - Due nomi improbabili, ma possibili, per una storia d'amore tra mito e mondo contemporaneo

 
 
Racconti a carattere storico  

DIARIO DI EVARCO
La fondazione di Catania nel racconto (immaginario) del suo ecista Evarco

 


 

Poemi multimediali interattivi


DUCEZIO
 


Disegno di
Francesca Maurigi

 

  Un piccolo scritto su Ducezio in attesa del romanzo Fratelli di sangue (2010)

DUCEZIO COME SIMBOLO ATTUALE

   

 

CONVEGNO SU "LA SICILIA DI DUCEZIO"
CATANIA, CENTRO CULTURALE MIDULLA

Il giorno 25/5/2006 si è tenuto nella sede sopraindicata un incontro sulla vicenda del condottiero siculo Ducezio. Le relazioni sull'argomento sono state tenute dal dott. Giuseppe Vazzana e dalla dott.ssa Letizia Di Mauro, che affianca all'attività di studio e ricerca nel campo delle arti figurative e scenografiche, interessi storico- archeologici e un'intensa attività di attrice e voce recitante. Entrambi hanno poi presentato, nella forma del contrasto a due voci, parti del poema multimediale interattivo "Canto siculo per Ducezio", di cui si da' ampia notizia più sotto in questa stessa pagina.
Grande successo di pubblico, che ha potuto inquadrare facilmente la figura di Ducezio e la sua parabola di condottiero nel quadro storico del suo tempo.
 


 
 

PREGHIERA
SICILIANA

     
 

 

   

  Presentazione   [»]  

  Testo               [»]  
 
 
   

 

Saggi

 

Storia della letteratura catanese - l'antichità classica
 

 

Sinossi descrittiva del mio lavoro letterario

 

Tempo amico/nemico e ancora e sempre amico
Saggio sul lavoro creativo di Franco Arcidiacono
 

Catania: chiaroscuri della città e segni di una mutazione genetica culturale
 

Struttura. Fondamenti di un pensiero neoumanistico per il 2000
 

La letteratura nell’età di Internet
 

S.Giovanni Li Cuti- Saggio calligrafico su un salotto marino incastonato nel cuore della città

 

   
Vivendo il mio tempo - racconti, versi, articoli

LAVAVETRI A FIRENZE - Storia di Shamyr

 

 

 

   
 
Righe spezzate - Libere riflessioni in versi liberi sui versi liberi e composizioni in versi liberi

Righe spezzate
 

Caro papà, c'è un tempo...
 

Laudi in onore di Orazio Messina e Carmelo Ardizzone,
l’uomo in bicicletta e il decano dei pescatori di S. Giovanni Li Cuti.
 

Riflessione     
 

 
  ORBITALI - Divagazioni a righe spezzate sulla vita, intesa come sequenza di anni ognuno dei quali rappresenta un'orbita completa interno al sole, un po' esistenziali un po' oziose
 
 
Orbitale I
Orbitale II
   
 
  BLUES - Piccoli componimenti in stile e feeling blues
 
Aprile
Blues dei profughi di guerra
La gioia
L'ennesima primavera
Nel tempo, nel vento
Profumo di caffè
Quel giorno lontano
Tempo orizzontale, tempo verticale

POEMETTI MITOLOGICI A RIGHE SPEZZATE
Kypukamayus Aymarà,
La cosmogenesi secondo un antico popolo andino
   

 

 

 
Poemetti naturalistici a righe spezzate

CAVA GRANDE- Occhio di falco (riflessione in versi)
 

PANTALICA - Fiume selvaggio (racconto)
   

Viaggio a Pantalica 
 

AQUAMAGIA - VAL CALANNA. Zafferana Etnea. Sicilia. Natura. Un’idea di Dio per atei

 

VALLE DEL BOVE. Ascendere all'Inferno

 


 

 

 
 
Attività culturali pubbliche

 

COLLABORAZIONE CON L'UNIVERSITA'  DELLA TERZA ETA' E DEL TEMPO LIBERO
"VINCENZO BUA DI ADRANO
 

 

 

     
 

Presentazione  [»]

 

 

 

 

 

Sull'autore vedi anche le sezioni "Attività artistiche > Recital poetici" [»]
   

e "Eventi"    

[»]
 

 

 

         Foto di Giuseppe Vazzana
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Disegno di Angelo Pavone