FESTEGGIATO
IL MAESTRO DI TEATRO
JANO JACOBELLO
 
 


Alcuni attori di teatro catanesi, che hanno avuto la fortuna, la gioia, di recitare con lui, gli hanno voluto dedicare una serata, a dispetto di una città che troppo spesso dimentica chi ha calcato per anni i suoi palcoscenici. Enrico Manna, Turi Killer, Gianni Sineri, Giancarlo Kory, Mario Cona, l’autore Pippo Coppola, Laura De Palma e tanti altri appassionati di teatro si sono infatti riuniti alla Sala De Curtis di via Duca degli Abruzzi, a Catania, per festeggiare l’attore Jano Jacobello, protagonista dal 1956 al 1975 al “Rosina Anselmi”, fondatore nel 1976 del teatro Piccadilly distrutto poi da un incendio nel gennaio del 1981.


Jacobello, nato a Catania nel 1921, si è ritirato da qualche anno dalle scene ed è ancora ricordato da molti per la sua mimica, la comicità istintiva e per il noto personaggio Frate Bastiano, fustigatore popolare dei mali di Catania e per le tante interpretazioni da capocomico con la Compagnia Stabile Siciliana. Alla Sala De Curtis, accompagnato dalla inseparabile moglie Piera e dal figlio Claudio, l’attore si è presentato con la solita signorilità e pacatezza ed ha molto apprezzato le parole dei suoi compagni di scena come Enrico Manna, Turi Killer, Giancarlo Kory, Gianni Sineri che, a turno, lo hanno ringraziato per ciò che ha insegnato loro e per la sua professionalità ed umanità in tanti anni di lavoro.

Durante la serata non sono mancate le risate con le barzellette di Turi Killer e Gianni Sineri, la musica con Laura De Palma ed i momenti di commozione per le parole degli attori Mario Cona e Giancarlo Kory o per la poesia di Enrico Manna dedicata al maestro Jano Jacobello. Ed a fine serata attori ed amici hanno consegnato a Jano Jacobello una targa ricordo con la motivazione: “A Jano, uomo di teatro indimenticabile, maestro di arte impareggiabile”.

Maurizio Giordano