Romeo e Giulietta
di Carmelo La Carrubba



“Romeo e Giulietta” L’immortale capolavoro di Shakespeare è stato lo spettacolo andato in scena il 3 maggio al Teatro Don Bosco di Catania per il laboratorio degli alunni dell’Istituto dei Salesiani di Cibali a compimento del loro percorso culturale ed artistico nella specialità. La tragedia dei due giovanissimi innamorati – scelta come saggio del laboratorio teatrale dagli alunni che sono diventati interpreti dello spettacolo – è stata ambientata , nel rispetto del testo, nella Verona del quattordicesimo secolo.
E’ una tragica vicenda d’amore fra due giovani appartenenti a due famiglie dei Montecchi e dei Capuleti che si odiano e per motivi di Potere si affrontano in una spaventosa faida che farà solamente morti. In questo clima infuocato a nulla valgono i divieti e le punizioni del Principe per evitare i contatti fra i componenti delle due famiglie ma come recita il Bardo “…dalla carne fatale di questi due nemici nasce una coppia di amanti sotto cattiva stella, la cui pietosa vicenda seppellirà, coi loro corpi, anche l’odio dei genitori.”
In una cornice scenica e scenografica, curata da Michelangela Cristalli, essenziale ed allusiva che si è servita di foto della città di Verona proiettate sullo sfondo della parete con costumi d’epoca si sono esibiti i 22 attori che costituivano il cast dello spettacolo muovendosi con disinvoltura e secondo rigorosi percorsi scenici voluti dalla regia. I quadri dello spettacolo si sono succeduti con leggerezza senza inutili pause dando omogeneità ad una storia che diventa sempre più intensa fino al tragico epilogo.

Le due registe Anna Giarratana e Letizia La Carrubba hanno diretto con mano esperta il folto cast dando la possibilità ad ogni attore di sviluppare il personaggio con le loro risorse umane e del poco mestiere con risultati spesso significativi e inserendoli nel gioco scenico con padronanza del palcoscenico. Tutti elementi importanti non solo per il teatro ma per la pedagogia che a scuola serve alla formazione dell’alunno che diventerà un cittadino avvocato, medico, funzionario e così via e altro elemento importante è la massiccia presenza di alunne a questo laboratorio che – negli istituti salesiani – ha radici antiche in quanto in queste scuole da sempre hanno curato i laboratori per la vita e fra questi hanno privilegiato il Teatro dove si sono formati attori divenuti famosi. Pubblico di parenti ed amici festosi e plaudenti per uno spettacolo ben fatto che va al di là degli obiettivi di un laboratorio teatrale.


Diamo qui di seguito l’elenco degli alunni che hanno partecipato allo spettacolo: Giulietta, Claudia Galati; Romeo, Giovanni Flaccomio; Mercurio, Giuseppe Tosto; Tebaldo, Francesca Auteri; Balia, Alessia Distefano; Frà Lorenzo, Ferdinando D’Urso; Benvolio, Domenico Sammartino; Lord Capuleti, Antonio Lombardo; Lady Capuleti, Rosy Bonanno; Principe, Ferdinando D’urso; Paride, Ubaldo Puspilici; Lady Montecchi, Cristina Condorelli; Sansone, Federica Pluchino; Pietra, Luisa Torrisi; Gregorio, Rosy Bonanno; Corpo di ballo : Cristina Condorelli, Mirian Greco, Elisa Torrisi, Perla Giammona, Milena Giuffrida.
 

Foto Francesco Mirone