Il cartellone 2013 del Teatro Brancati
di Carmelo La Carrubba

 

 

Il Teatro Vitaliano Brancati ha presentato per la prossima stagione teatrale il cartellone: nove spettacoli fra innovazione e vecchi successi.

Questo teatro nato da pochi anni, dopo lunga incubazione, per volontà di Tuccio Musumeci ed Orazio Torrisi ha puntato, fin dagli esordi, su qualità degli spettacoli e tradizione culturale per ottenere il consenso del pubblico che non si è fatto attendere.

L’eperienza e la popolarità di un attore come Tuccio Musumeci che ha fatto tutto a Catania: gavetta, scuola di teatro, attore di punta allo Stabile di Catania, films e al suo attivo tanti rifiuti per non allontanarsi dalla sua città – come una perla all’ostrica – hanno creato le premesse per investire su un teatro chiamandolo col nome di un catanese di adozione ma che fu come scrittore catanese doc : Vitaliano Brancati e i suoi libri su Catania e i catanesi hanno caratterizzato gli Anni Cinquanta-Sessanta nella Storia della Letteratura Italiana Contemporanea.

Sono convinto, inoltre, che molto del successo di questo Teatro sia dovuto alla conoscenza del pubblico da parte della Direzione. Un pubblico che ha nel DNA la vocazione alla recitazione e alla comicità in cui sono confluite, dice un ancor giovane comico, la satira dei latini el’ironia dei greci dalla cui sintesi si ottiene la classica “liscia” dei figli di Catania.

E il Teatro Brancati ha tenuto nella massima considerazione questa lezione.

Ecco l’elenco dei nove spettacoli in programmazione:

-La vita è uno spettacolo Interpretata da Pippo Baudo e scritta assieme a Gianni Clementi. Regia di Gino Landi.

- Il cappello di carta con Tuccio Musumeci . Scritto da Gianni Clementi. Regia Giuseppe Romani

- Muratori di Edgardo Erba con Nicola Pistoia e Paolo Triestino. Regia di Massimo Venturiello

-Gran Varietà di e con Gennaro Cannavacciuolo

-Fumo negli occhi con Tuccio Musumeci e Concita Vasquez di Faele e Romano. Regi a di Nicasio Anzelmo

-Donnacce con Alessandra Costanzo e Paola Tiziana Cruciali di Gianni Clementi. Regia di Ennio Coltorti

-Muori, Amore mio! Di Aldo De Benedetti. Regia di Romano Bernardi

-L’altalena di Nino Martoglio con Tuccio Musumeci, Guia Jelo, Miko Magistero. Regia di Giuseppe Romani

-One man show Profumi di zagara di Autori vari con Gilberto Idonea. Regia di Alessandro Idonea.