Il cartellone 2013 del Piccolo Teatro
di Carmelo La Carrubba

 

 

La presentazione del cartellone 2013 del Piccolo Teatro di Catania è per l’attore e regista Gianni Salvo occasione e pretesto per fare spettacolo (e di questo non lo si ringrazierà mai abbastanza) e, se possibile, spettacolo nello spettacolo.

Egli inizia proponendo al pubblico del suo teatro, in maniera ironica e provocatoria, una riflessione sul “Potere” per “scrivere” un eventuale copione frutto della creatività degli spettatori che partecipano al gioco teatrale lanciato dallo stesso. Una provocazione interessante che ha raccolto argomentazioni colte e intelligenti sul “Potere” fino al punto di lanciare idee-metafore che tanto si addicono al linguaggio scenico: “voglio essere trattato come un essere umano”; “la necessità del silenzio”; “la responsabilità di chi esercita il potere”; e così via. Non c’è stato il tempo, nella fretta di rispondere alla provocazione, di riflettere sulla necessità del potere e delle leggi in quanto – come si sa – gli uomini tutti non sono santi o come avrebbe, in altre occasioni, detto Kant che l’uomo è fatto di un legno storto… E quindi, lo si voglia o no, la necessità dello Stato che esercita il potere sui cittadini per il rispetto delle leggi.

Certo c’è Stato e Stato; ci sono leggi buone e cattive e quindi volta per volta avremo democrazie e dittature, se poi vogliamo parlare delle realtà quotidiane del Potere o delle frantumazione dei poteri che si insinuano ovunque c’è l’imbarazzo della scelta.

Questa breve sintesi di un discorso vasto ben tenuto da Gianni Salvo è stato intramezzato da frammenti di spettacolo:: apertura con un brano di Tucidide sulla democrazia ad Atene interpretato da Aldo Toscano. Altro frammento di Brecht Kurt-Weill felicemente impersonato da Maria Rita Sgarlato dall’”Opera da tre soldi” e poi un classico greco sul mito della “Giustizia” , lo scontro fra Creonte ed Antigone (Anna Passanisi) , fra la legge dello Stato e la legge non scritta ma osservata da tutti di dare sepoltura ai morti mentre la legge di Creonte vietava la sepoltura ai nemici dello Stato. Una tragedia sul mito della Giustizia che tuttora vive la sua attualità. E ancora : Verga intelligentemente “rivisitato”; Garsia Lorca e ancora Brecht; la poesia di Cardarelli e di Leopardi (Tiziana Bellassai , Rossana Bonafede , Giuseppe Carbone) per concludere con la briosa interpretazione di Orofino su un brano di varietà futurista dedicato ai formaggi.

Presenti e presentati al pubblico anche se on impegnati gli attori Agostino Zumbo, Carlo Ferreri, Cinzia Finocchiaro che fanno parte del cast dei prossimi spettacoli in cartellone.

Un vero spettacolo nel suo complesso che ha riscosso approvazione ed applausi in cui è emersa la bravura di una scuola quale è quella del Piccolo Teatro in cui emerge grandiosa la figura del “Piccolo” Gianni Salvo, uomo di teatro colto e intelligente che tende all’utopia senza la prudenza della disillusione.

Carmelo La Carrubba


 

Ecco l’elenco degli spettacoli del cartellone 2013 del Piccolo Teatro di Catania:


10-11 novembre 2012 Il mercato di Malmantile - Dramma giocoso di C. Goldoni

8-9 dicembre 2012 – Follie del vaudeville di A.A. V.V.

12-13 gennaio 2013 Alice di Lewis Carrol (Omaggio agli abbonati)

2-3 febbraio 2013 Vaghe stelle dell’Orsa di G. Leopardi

2-3 marzo 2013 La famiglia Mastinu di A. Savinio

6-7 aprile 2013 Ballate d’amore e di gelosia di G. Verga

27-28 aprile 2013 Tre sorelle di Cechov