"Io, Federico Garcia Lorca"



Mettete assieme un attore d’esperienza e dalla voce vellutata, una cantante ed attrice di notevole maturità ed un chitarrista e compositore. Mescolate il tutto con una calda serata d’estate, con le liriche di Lorca, tra melodie e ritmi iberici. Ed eccovi servito, lo spettacolo "Io, Federico García Lorca", proposto nell’anfiteatro delle "Ciminiere" a Catania, nell’ambito della diciottesima edizione della rassegna "Catania Musica Estate", organizzata dalla locale Provincia regionale e dall’Apt.

Il delicato e piacevole spettacolo privilegia il connubio musica e poesia e vede protagonisti un attore celeberrimo come Walter Maestosi, la cantante - attrice Daniela Barra e il chitarrista e compositore Sandro Peres.

 

A parlare dello spettacolo è lo stesso protagonista, l’attore Walter Maestosi: "Partendo dalla tragica morte dello scrittore, avvenuta nel 1936 per fucilazione, apriamo lo spettacolo con la famosa poesia di Machado "Il delitto fu a Granada" che rievoca quel tragico evento e proseguiamo a ritroso, come in una sorta di flash back poetico, individuando e seguendo i motivi ispiratori della suprema musa lorchiana: l'infanzia, l'adolescenza, l'amore, il sogno, la solitudine, l'amicizia, la musica. E poi ritorniamo infine alla morte, non più come espressione di cieca violenza, ma come liberazione e consacrazione dell'immoralità del suo canto".

 

A fare da padrona, quindi, la poesia di Antonio Machado "Il delitto fu a Granada" che ha introdotto le più le belle liriche di Lorca, da "Lamento per Ignacio Sánchez Mejías" a Romanza sonnambula. L’arte e l’accento di Maestosi hanno fatto rivivere, insieme a Daniela Barra, i versi giocosi, ironici, spesso struggenti, malinconici, intrisi di tragedia. La recita delle poesie è stata inframmezzata da melodie e ritmi iberici composti ed eseguiti dal bravissimo chitarrista Peres ed inoltre non sono mancate, tra gli applausi del pubblico, le canzoni tradizionali intonate dalla Barra.

 

"Con questo recital spettacolo, seguendo un filo conduttore interiore - ribadisce Maestosi - abbiamo tentato di tracciare un profilo di Lorca, puntando sull'universalità della sua poesia. Abbiamo anche cercato il Lorca amante della musica della sua terra e la chitarra ci accompagna e ci segue in questo nostro cammino evocativo".

Ricordiamo, per la cronaca, che Maestosi ha lavorato in teatro, cinema e televisione con registi quali Costa, Fenoglio, Calenda, Rossellini, Rossi, Cottafavi, Majano, prendendo parte a più di mille produzioni. Inoltre ha doppiato Glenn Ford, Robert Mitchum, Gene Hackman, Yves Montand, Max von Sidow e Michel Piccoli. Ha vinto poi la Maschera d’Oro Premio I.D.I. Saint Vincent e gli è stato inoltre conferito il Premio Internazionale "San Valentino d’Oro.

È il creatore, insieme a Daniela Barra, del progetto teatrale "Narciso ed Eco", che mira a dare "Voce - Musica - Luce" alla grande poesia e nel quale rientra questo "Io, Federico García Lorca".



Maurizio Giordano