Il Piccolo Teatro e il cartellone 2015
di Carmelo La Carrubba

 


Apre la nuova stagione teatrale il Piccolo Teatro di Catania di Gianni Salvo sabato 15 novembre con “Le due badanti”, musical da camera di Villeneuve-Lemoneier, musiche di Lèo Delibes: una novità assoluta per l’Italia con un tema divenuto di inquietante attualità.
Il secondo spettacolo in programma il 13/14 dicembre “La città di Spoon River" da E. Lee Masster scritto nel 1915. L’antologia da cui nasce il testo dello spettacolo su una collettività è la confessione poetica di una città attraverso i diari dei suoi defunti.
Terzo spettacolo: “La roba” di Giovanni Verga 10/11 gennaio 2015, drammaturgia di L. M. Ugolini. Tema importante e di grandissima attualità : la solitudine dell’uomo di fronte alla ricchezza la sua reazione nei confronti di una crisi economica soffocante.
Quarto spettacolo:”La notte e la luna” 14/15 febbraio : la parola poetica di Giacomo Leopardi in un gioco onirico che diventa linguaggio scenico in cui il “giovane favoloso” rivive.
Quinto spettacolo:”Il conto delle lune” di Marina Doria in scena il 14/15 marzo e due operette di Offembach “Lischen e Fritzschen”
Sesto spettacolo: “Il violinista” in scena il 18/19 aprile
Settimo e ultimo spettacolo a chiusura della stagione teatrale sarà “Novecento “ il noto monologo di Alessandro Baricco il 9/10 maggio.
Il tema del cartellone di quest’anno è – come suggerisce il suo autore Gianni Salvo attore regista e direttore artistico della programmazione – la miseria – quella del nostro tempo a cui manca la forza dell’utopia. Una miseria che si è ridotta ad amministrare le briciole. Certamente siamo molto lontani , credo Anni Luce , dagli Anni Cinquanta/Sessanta quando le speranze di una nazione facevano presagire altri traguardi. E ha ragione Gianni Salvo quando afferma che ai nuovi tempi tristi è bene che lo spettatore non reagisca con l’evasione ma con una rinnovata consapevolezza culturale.