Il Teatro Brancati
di Carmelo La Carrubba

 

Un vecchio spazio cinematografico, l’ex cinema Spadaro, si trasforma in Teatro Brancati e arricchisce la città con la presenza di un teatro di tradizione che è radicato nell’animo dei catanesi vecchi e giovani. Gli animatori di questa nuova realtà teatrale sono l’attore e regista Romano Bernardi, un esperto del teatro vernacolare che da sempre porta competenza e passione nella storia del Teatro italiano e di quello siciliano in particolare che in sintonia con un attore di razza come Tuccio Musumeci dà vita a un progetto che ha già una lunga storia dietro le spalle.

Tuccio Musumeci, l’attore erede di Musco, è il direttore artistico del Teatro Brancati. A questi due importanti personaggi aggiungerei il dinamico ed esperto Orazio Torrisi che da sempre dirige Il Teatro della città e che un lungo e proficuo sodalizio artistico li ha già visti collaborare negli anni passati. La notizia è che il Teatro Brancati aprirà le porte alla cittadinanza il 20 ottobre per una serata evento in cui sarà tagliato il nastro augurale per la stagione 2008/2009 in cui saranno presenti Anna Proclemer e molte personalità dello spettacolo.

 

Il 23 ottobre 2008 – aprirà la stagione lo spettacolo “Fiat voluntas dei” di Giuseppe Macrì con la regia di Tuccio Musumeci. Interpreti: Tuccio Musumeci e Concita Vasquez.

Il 6 novembre 2008 “Preferirei di no” di Antonia Brancati. Regia di Romano Bernardi con Alessandra Cacialli e Bebora Bernardi. L’interessante testo di Antonia Brancati, figlia del grande Vitaliano e di Anna Proclemer, è incentrato sul rapporto conflittuale di una figlia con la madre: confronto, dolore, assenza caratterizzano il loro rapporto di donne in maniera diversa fra ironia e riflessione.

Il 20 novembre 2008 “Lo sbaglio di essere vivo” di Aldo De Benedetti. Regia di Romano Bernardi con Filippo Brazzaventre e Debora Bernardi.

Il 22 gennaio 2009 “Piccolo grande varietà” di AA.VV. Regia di Mario Mangani con Tuccio Musumeci.

Il 18 febbraio 2009 “Le impiegate” di Claudio Carafoli. Regia di Gabriella Saitta con Gabriella Saitta.

Il 19 marzo 2009 “L’uomo che incontrò se stesso” di Luigi Lunari. Regia di Antonello Catodici con Romano Bernardi, Filippo Brazzaventre, Alessandra Palladino.

Il 16 aprile 2009 “Gli industriali del ficodindia” di Massimo Simili. Regia di Romano Bernardi co Tuccio Musumeci.

Un cartellone nel segno della tradizione: La memoria delle radici. Le radici della memoria.

 

Tutti gli spettacoli prevedono i seguenti turni di abbonamento: giovedì, venerdì e sabato spettacolo serale alle ore 21; la domenica, pomeridiana alle ore 17,30.

Il Botteghino del Teatro Brancati è in via Sabotino, 4, sede degli spettacoli è aperto tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19.Telefoni 095.530153 – 095.531018